Classifica dei prodotti CBD – Effetti e benefici dell’utilizzo di oli

Gli effetti ei vantaggi dell'uso del CBD Che cos'è il CBD?

Cos’è il CBD?

Il CBD , abbreviazione di molecola di cannabidiolo, è uno dei principali composti attivi della Cannabis sativa, una nota pianta che solo di recente ha ricevuto attenzione e sforzi di ricerca.

Ci sono molte molecole bioattive nei tessuti della Cannabis, ma il CBD è il principio di maggior interesse. A differenza del più noto THC, i grandi benefici del CBD non sono accompagnati da effetti collaterali e si traducono in miglioramenti in un’ampia gamma di stati fisici e mentali.

Gli effetti benefici del CBD includono:

  • proprietà ansiolitiche,
  • effetto antinfiammatorio,
  • modulazione della risposta immunitaria,
  • capacità antipsicotiche,
  • effetto rilassante,
  • protezione e salute della pelle,
  • controllo del peso,
  • salute delle articolazioni,
  • effetto anticancro,
  • benessere generale del corpo.

Studi scientifici, farmacologici e clinici approfonditi hanno testato e confermato tutte queste proprietà.

Cos’è l’olio di cannabis?

Cos'è l'olio di cannabis? Classifica dei prodotti CBD - Effetti e benefici dell'utilizzo di oli

Se stai cercando un prodotto efficace e sicuro per dimagrire, Cannabis Oil è sicuramente il prodotto che fa per te.

È un olio biologico spremuto a freddo che conserva tutti i benefici del CBD sopra descritti ed è completamente privo di controindicazioni. Inoltre, il cannabidiolo presente nel Cannabis Oil è in grado di modulare i livelli di glucosio nel sangue agendo su un’altra categoria di recettori, chiamati PPARy. Funziona anche sul metabolismo dei lipidi per bruciare i grassi in modo rapido ed efficiente.



Cos’è Kanabialica?

Cos'è Kanabialica?

Se vuoi perdere peso riducendo stress e ansia, Kanabialica è l’integratore giusto per te.

Kanabialica combina le proprietà snellenti della canapa con una miscela sapientemente formulata di vitamine e altri estratti vegetali. Rigenerano il corpo e la mente, combattono l’ansia, purificano il corpo ed equilibrano gli stati emotivi.



CBD nella lotta contro ansia e depressione

Un altro effetto interessante del CBD è la sua efficacia come antidepressivo e ansiolitico. Ansia, nervosismo e depressione sono i sintomi del malessere che caratterizzano la nostra epoca. Il CBD è un alleato straordinario nel combattere questi problemi senza produrre gli effetti indesiderati associati ai farmaci sedativi.

Ansia e agitazione, infatti, dipendono dal funzionamento del sistema nervoso, che controlla direttamente la produzione e il rilascio di ormoni.

Classifica dei prodotti CBD - Effetti e benefici dell'utilizzo di oli

Per contrastare questa reazione inappropriata del nostro organismo (per fortuna non dobbiamo più combattere troppo spesso orsi o tigri affamati), è possibile agire stimolando recettori alternativi a quelli responsabili delle reazioni ansiose.

Il CBD attiva i recettori 5-HT1a, che sono generalmente sensibili alla serotonina, “mimandone” l’azione (agisce come un agonista della serotonina). Quando il CBD si lega a questi recettori specifici, provoca una risposta fisiologica che si traduce in una riduzione dell’ansia e in un miglioramento dell’umore (fonte).

CBD per la salute delle articolazioni

CBD per la salute delle articolazioni

Il CBD può prevenire e risolvere problemi articolari come l’artrosi e l’artrite reumatoide. Questi problemi, infatti, dipendono dallo stato profondo di infiammazione cronica che colpisce l’articolazione e provoca nel tempo la degenerazione della cartilagine che viene sostituita dal tessuto osseo.

L’osso, essendo rigido e non flessibile come la cartilagine, impedisce all’articolazione di muoversi normalmente, diventando rigida e bloccata. Inoltre, l’infiammazione non scompare, ma anzi peggiora, aumentando la sensazione di forte dolore all’articolazione. Combina il CBD con l’ integratore proveiner forte .

Il CBD interferisce con la salute delle articolazioni agendo come:

  • antidolorifico,
  • antinfiammatorio
  • protezione dei tessuti.

Il CBD, infatti, è in grado di bloccare l’ingresso, all’interno della capsula articolare, delle cellule immunitarie che causano l’infiammazione (fonte). Previene inoltre la degenerazione della cartilagine e ne favorisce addirittura la ricostruzione. Stimola i fibroblasti (cellule che producono la cartilagine) a creare nuovo tessuto, riparando i tessuti precedentemente danneggiati (fonte).

Cos’è CBDus?

Cos'è CBDus?

Il miglior prodotto appositamente per questa applicazione è CBDus, una preparazione topica dall’efficacia provata e assoluta. Queste sono capsule orali facili da usare. Aumentano la concentrazione del principio attivo nel punto in cui è maggiormente necessario. Ciò massimizza l’efficacia del trattamento, come dimostrato da vari studi scientifici.



CBD per combattere l’invecchiamento e i problemi della pelle

Gli usi dermatologici del cannabidiolo sono un’altra importante fonte che ti permette di sfruttare appieno tutti i benefici di questa molecola unica.

Alla radice dei problemi cutanei più comuni ci sono proprio gli effetti dell’invecchiamento e la presenza di condizioni patologiche che portano a infiammazioni e danni ai tessuti.

Il CBD è estremamente efficace contro tutti questi tipi di problemi. Migliora l’idratazione, favorisce la produzione di nuovo collagene (una proteina che dona elasticità e struttura alla pelle). Previene le infiammazioni croniche tipiche dei suddetti disturbi patologici (fonte).

Per combattere efficacemente gli effetti dell’invecchiamento e gli eventuali problemi di salute della pelle, la ricerca ha creato una formula innovativa di crema Cannabilab . Il prodotto si prende cura della salute della pelle grazie all’efficacia del CBD in combinazione con Muco di Lumaca, Acido Ialuronico, Aloe e vitamine B ed E.



Il CBD ha effetti neuroprotettivi e antitumorali

Negli studi clinici sui possibili effetti del CBD sul sistema nervoso, i ricercatori sono stati sorpresi di scoprire che questo fitocannabinoide non solo è privo delle capacità neurotossiche del THC, ma agisce come neuroprotezione, proteggendo la salute delle cellule cerebrali e promuovendo la neurogenesi, ovvero la nascita di nuovi cellule nervose.

Per spiegare questo meccanismo, i ricercatori hanno osservato che la funzione mitocondriale nelle cellule cerebrali aumenta contemporaneamente all’integrazione di CBD nei modelli animali. I mitocondri sono piccoli organelli che forniscono alle cellule energia per il processo di “respirazione cellulare”.

Tuttavia, alti livelli di respirazione cellulare generano grandi quantità di radicali liberi che possono danneggiare le cellule attraverso l’ossidazione. Pertanto, nelle stesse cellule nervose stimolate dal CBD, è stata osservata una maggiore produzione di proteine ​​in grado di proteggere dallo stress ossidativo. Di conseguenza, le cellule nervose hanno più energia a loro disposizione, ma non rischiano di essere danneggiate. (fonte).

La capacità di aumentare la produzione di radicali liberi può anche aiutare a combattere il cancro. Somministrando farmaci che inibiscono la formazione di proteine ​​antiossidanti insieme al CBD, infatti, gli effetti del CBD possono essere utilizzati per indurre le cellule tumorali all’apoptosi, cioè alla morte programmata che blocca la progressione del tumore. Tuttavia, la ricerca è ancora in corso (fonte).


THC e CBD, somiglianze e differenze

Il THC è il principio attivo più famoso della cannabis e combina effetti benefici con controindicazioni inquietanti. Molti degli effetti positivi del THC sono comuni anche al cannabidiolo, che condivide la sua affiliazione fitocannabinoide con la sua molecola sorella.

Il CBD, tuttavia, è completamente privo di queste controindicazioni che lasciano i consumatori di THC a rischio di effetti collaterali, soprattutto di tipo psicotico. Al contrario, il cannabidiolo sembra contrastare questi effetti, proteggendo e migliorando la salute fisica e mentale di chi ne fa uso.

Inoltre, il CBD non crea assolutamente dipendenza. Al contrario, per i suoi effetti calmanti e rilassanti, può aiutare a ridurre la ricerca e il fabbisogno di sostanze psicotrope nelle persone che soffrono di tossicodipendenza (fonte).

CBD per dimagrire

CBD per dimagrire

Uno degli usi più sorprendenti del CBD riguarda la sua capacità di indurre una riduzione del peso naturale e stabile.

Perdita di peso e CBD

Per studiare come il CBD aiuta con la perdita di peso, i ricercatori hanno osservato come questa molecola interagisse con alcuni recettori coinvolti nel metabolismo energetico.

In particolare, importanti studi hanno dimostrato che il CBD riesce a “spegnere” i recettori 2-AG e AEA che guidano il metabolismo verso la produzione e l’immagazzinamento dei grassi, portando ad una riduzione del volume del grasso viscerale e della pelle (fonte, fonte).

Il CBD agisce anche sui centri di controllo dell’appetito riducendo la fame e favorendo la perdita di peso. La riduzione di peso ottenuta non è dovuta alla perdita di liquidi ma all’effettiva perdita di grasso corporeo, quindi i chili persi non vengono recuperati dopo la fine del prodotto e la riduzione dell’appetito persiste a lungo dopo il trattamento.